Azienda Agricola Randazzo

PRODUZIONE E VENDITA ARANCIA ROSSA DI SICILIA

                  Arancia rossa
                    elisir di giovinezza
                   I profumi della calda         
                      terra di Sicilia
                    Arancia Rossa
                      Salute e Benessere
                          

Un pò di storia

Secondo le testimonianze di cui disponiamo l'arancia rossa fece la sua prima comparsa sul suolo italico soltanto a partire dal XVII secolo, importata dalle Filippine (o dalla Cina) da un monaco missionario gesuita, tal Giovan Battista Ferrari che nell'opera "Hesperides" utilizza l'espressione latina ”aurantium indicum purpurei coloris medulla", descrivendo indubbiamente per primo un'arancia a polpa pigmentata, tale circostanza è confermata sul piano delle arti pittoriche dalla raffigurazione di arance dalla buccia rossa da parte del pittore cortigiano Bartolomeo Bimbi che operò alle dipendenze di Cosimo III e dei Granduchi di Toscana tra il XVII ed il XVIII secolo, noto per la sua capacità di riprodurre fedelmente forma e colori di piante, frutti ed alberi da frutto. La diffusione delle arance rosse in Europa e segnatamente nelle zone più votatate alla loro coltivazione, quali la Sicilia, è legata ai commerci dei mercanti genovesi che si occuparono di trasportare tale frutto assieme alle spezie ed ai tessuti provenienti dall'Estremo Oriente. Soltanto nel '700 e nel '800, a seguito di innesti particolarmente riusciti e tendenti a rimuovere l'amaro dalle varietà d'arance fino ad allora coltivate e in virtù delle particolarità uniche del territorio etneo e del microclima circostante, l'agrumicultura in Sicilia assume un ruolo trainante nelle economia agricola del territorio contribuendo alla ricchezza della regione grazie alla cospicua produzione di arance rosse.