Azienda Agricola Randazzo

PRODUZIONE E VENDITA ARANCIA ROSSA DI SICILIA

                  Arancia rossa
                    elisir di giovinezza
                   I profumi della calda         
                      terra di Sicilia
                    Arancia Rossa
                      Salute e Benessere
                          

Le varietà

  • Tarocco Dal Muso


Deriva da una mutazione gemmaria di Tarocco riscontrata in contrada Rapsi, territorio di Francofonte, Siracusa; prende il nome dall'agricoltore che lo ha selezionato.
La chioma della pianta è folta, di forma regolare. Le foglie sono ampie e di colore verde intenso; a volte si evidenziano variegature di colore più chiaro. La vigoria è medio-elevata. La produttività è ottima e costante; fruttifica a grappolo, prevalentemente sui rami penduli. La pianta entra in produzione precocemente.
Il frutto è senza semi, ha forma rotondeggiante, leggermente schiacciata e lobo pedicellare (collare) lievemente pronunciato. La buccia ha grana fine e colorazione non molto intensa. La pezzatura è buona, piuttosto uniforme; la resa in succo è elevata. L'epoca di maturazione è precoce (dicembre); il frutto resiste a lungo sull'albero.


  • Tarocco scirè


E' una mutazione gemmaria di Tarocco, rinvenuta in territorio Militello Val di Catania dai fratelli Scirè, agricoltori di Palagonia, Catania. Viene a volte erroneamente scambiato col Tarocco Gallo

La pianta presenta chioma compatta e rami che tendono a crescere verso l'alto, soprattutto nelle piante giovani; le foglie sono ampie, ondulate e di colore verde intenso. La vigoria è medio-elevata.

Il frutto è di forma sferica, senza semi e presenta il peduncolo spesso. Nella parte apicale è caratterizzato dalla presenza di una leggera infossatura circolare e, a volte, nella parte basale, del residuo stilare disseccato. La buccia è liscia e sottile, irregolarmente colorata. La pezzatura è media e tende a diminuire se la pianta è coltivata su terreni sciolti e poco profondi. La resa in succo è elevata. La maturazione è graduale, con periodo ottimale di raccolta ai primi di febbraio. Il frutto maturo resiste sulla pianta senza subire cascola fino a tarda primavera.